All Posts tagged Web

La scuola in rete. BIGnomi

La scuola in rete. BIGnomi

La didattica a tutti i livelli si sta aprendo, non senza resistenze, all’ICT.

Per approfondire il tema si rinvia a Luciano Galliani, “La scuola in rete”, Laterza 2004.  L’Autore sottolinea l’importanza della formazione dei docenti perché si possano superare tre ostacoli: la necessaria flessibilità dell’apprendimento, il passaggio da un insegnamento basato sulle conoscenze curricolari a una didattica centrata sulla costruzione sociale delle ‘competenze per la vita’; la partecipazione diretta ai processi di produzione della cultura e non solo della sua trasmissione.

Altri interessanti contributi giungono dall’e-book “Cosa insegnare a scuola – Qualche idea sulle discipline umanistiche” di  Amedeo Savoia e Claudio Giunta, scaricabile cliccando qui.

Fra le molte iniziative, spesso a carattere sperimentale, fruibili sul web, si segnala il progetto BIGnomi: “pillole” video di tre minuti circa in cui un attore, un presentatore, uno sportivo, un nome conosciuto quindi, sintetizza, con l’ausilio di effetti grafici assai curati,  un argomento in tema di letteratura e storia.

Prof. Avv. Alessandro Cortesi

More

PMI Italiane: solo il 56% scommette sul business via web

PMI Italiane: solo il 56% scommette sul business via web

Secondo un’indagine DOXA-GROUPON le aziende che utilizzano strumenti di marketing diventano più competitive sul mercato.

È quanto emerge da uno studio indipendente condotto dall’Istituto Doxa che esamina il coinvolgimento in rete di 900 PMI italiane, operanti nei settori Ristorazione, Beauty/Wellness e Travel, e suddivise per aree geografiche, volto ad individuare l’attuale impatto di Internet sulle strategie di marketing usate per promuovere la propria attività commerciale.

La ricerca è stata condotta su un campione formato per il 50% da aziende italiane che hanno utilizzato Groupon almeno una volta negli ultimi 12 mesi (PMI Partner di Groupon), e dal restante 50% di PMI italiane che non hanno mai collaborato con Groupon (PMI).
Ecco le differenze principali che emergono:

  • Struttura dell’azienda: il 56% delle PMI è per lo più di piccole dimensioni (da 1 a 3 dipendenti), il 63% delle PMI Partner Groupon, invece, ha medie dimensioni (da 4 a 50 dipendenti) .
  • Coinvolgimento in rete e grado di digitalizzazione: solo il 63% delle PMI ha un sito web (89% Travel, 58% Ristorazione, 41% Beauty), contro il 100% delle PMI Partner di Groupon che ha un sito web.
  • La percezione delle attività di marketing online: il 55% delle PMI ha un giudizio negativo dei digital tool (“Non siano affatto importanti per la strategia del mio business”). Mentre il 92% delle PMI Partner di Groupon, ha un giudizio positivo (“Gli strumenti digitali sono la forma di pubblicità più efficace sul mercato”).
  • Il ruolo delle attività di marketing online: le PMI hanno un’ottica focalizzata sul consumatore (“Le attività promozionali servono ai clienti per scegliere l’acquisto più economico”) al contrario delle PMI Partner di Groupon che sono più concentrate sul business (“Gli strumenti digital garantiscano un ROI quantificabile e una soluzione per far fronte alla crisi”).
  • I vantaggi per le imprese nell’utilizzo degli strumenti online: con un approccio poco consapevole, l’85% delle PMI crede che il vantaggio degli strumenti online sia una questione di immagine. Per le PMI Partner di Groupon, più strategiche, è invece una questione di business (89%: gli strumenti online permettono di ottenere nuovi clienti; l’83%: accrescono la brand awareness, il 76% permettono di offrire nuovi prodotti e servizi, 73% permettono di diventare più competitivi sul mercato).
More