All Posts tagged 2014

Tecnologia e Internet, i top e flop del 2014

Tecnologia e Internet, i top e flop del 2014

Droni e Google Glass, la musica in streaming, Uber sotto assedio, Instagram che supera Twitter e il sistema di pagamenti digitali dallo sfortunato nome, Isis. Sono questi, nel bene e nel male, alcuni degli argomenti ‘clou’ di tecnologia e Internet del 2014 anche sulla base dei dati di mercato e delle osservazioni degli analisti.

TOP DEL 2014

  • Droni: Boom nell’uso dei ‘mini aerei’ (fotogiornalismo, monitoraggio ambientale, situazioni di emergenza, test per consegne pacchi) in attesa che i vari paesi perfezionino regolamenti di volo. In Italia c’è, e l’Enac a sette mesi dall’entrata in vigore ha rilasciato 250 autorizzazioni.
  • iPhone 6: Apple guadagna terreno grazie ai nuovi melafonini. Secondo i dati Gartner (terzo trimestre 2014), le vendite dei dispositivi hanno segnato un +26%, da 30 milioni circa di unità dello stesso periodo del 2013 fino a 38,2 milioni del 2014. Piangono invece Samsung e Nokia.
  • Musica in streaming: Spotify, Deezer, Beats, Rhapsody. Sono alcuni dei servizi per ascoltare canzoni via web. Sono diventati così popolari che in Europa – dice Kobalt Music Publishing – hanno superato iTunes. Secondo la Fimi, lo streaming traina il settore della musica digitale, con ricavi in crescita del 20%.
  • Social privacy e Blackphone: Dopo le rivelazioni di Edward Snowden, diluvio di app che garantiscono l’anonimato (Secret, Whisper, Rooms di Facebook). Mentre spunta Blackphone, il primo cellulare anti-intercettazione: in commercio da luglio 2014, il primo lotto è andato sold-out in poche ore.
  • Instagram: La popolare app del fotoritocco supera Twitter in utenti attivi, è a quota 300 milioni (ne ha 284 il microblog dei cinguettii). Un risultato conseguito in quattro anni. Sono oltre 70 milioni le foto e i video condivisi tutti i giorni.

FLOP DEL 2014:

  • Google Glass: Finora la vendita non è stata mai veramente aperta al pubblico (per acquistarli bisogna iscriversi al programma Explorer) e il prezzo non è popolare, 1500 dollari. Le app per il dispositivo scarseggiano e un gruppo di sviluppatori si è ritirato per mancanza di mercato. Gli occhiali a realtà aumentata al momento hanno solo usi molto specialistici, ad esempio in medicina e chirurgia.
  • Smartwatch: Secondo la classifica stilata da Cnet, uno dei maggiori siti tecnologici statunitensi, sono tra i “fallimenti dell’anno”. Da Samsung a Motorola a Microsoft, molte aziende tech hanno sfornato diversi modelli, ma gli orologi intelligenti rimangono ancora in un limbo.
  • Uber: Nonostante attragga investitori, è stato un anno nero per l’app. E’ sotto assedio in diversi paesi per problemi che vanno dalla sicurezza dei passeggeri alla concorrenza con i tassisti. Le attività sono state bloccate in diversi luoghi, da Las Vegas a Francoforte, dalla Spagna all’India (su un conducente si é adombrata un’accusa di stupro). Sulla società pendono inoltre due cause civili a San Francisco e Los Angeles.
  • Fire Phone di Amazon: Lo smartphone in ‘3D’, con un sistema di riconoscimento dei prodotti da comprare in stile Shazam (app che riconosce le canzoni) a pochi mesi dal lancio sta terminando la sua esistenza al prezzo di 0,99 cent (in Usa, con contratto).
  • Portafoglio digitale ‘Isis’: Il sistema di pagamento ‘mobile’ dal nome uguale a quello dello Stato islamico. La società Usa ha cambiato nome scegliendo l’anonimo SoftCard, ma il progetto è affondato lo stesso.

 

FONTE: ANSA.IT

More

2014: un anno di ricerche con Google

2014: un anno di ricerche con Google

I Mondiali in Brasile, l’iPhone 6, Ebola e Robin Williams: sono queste alcune delle parole emergenti del 2014 in Italia secondo Google. Il colosso di Mountain View ha stilato come di consueto le classifiche dei termini che hanno registrato una crescita significativa rispetto al 2013. L’attore de ‘L’attimo fuggente’, scomparso ad agosto, è anche in cima alla lista dei personaggi più cliccati del 2014. Gli italiani hanno poi cercato online il significato di selfie.

I trend delle ricerche sono consultabili a questo link.

Le top ten di “Un anno di ricerche su Google” sono divise in diverse categorie e arrivano dopo le classifiche stilate da Yahoo! (dove hanno vinto il meteo e l’oroscopo), da Bing di Microsoft (che ha incoronato Peppa Pig), da Facebook (qui al pari di Google hanno trionfato i Mondiali) e Twitter (ha registrato il successo di Sorrentino con “La grande bellezza”).

Stando a Big G, tra le parole emergenti del 2014 ci sono anche il Grande Fratello, le “istanze online”, ebola, Michael Schumacher, “La grande bellezza”, “Temptation Island” e Sanremo 2014. Tra i personaggi, dopo Robin Williams e il pilota Schumacher, vittima di un grave incidente, ci sono lo scomparso Giorgio Faletti, la conduttrice Veronica Maya e l’attrice Jennifer Lawrence, le cui immagini osé rubate sono finite in rete insieme a quelle di diversi altri vip. Le star dei Mondiali sono invece Cristiano Ronaldo, Diego Costa e Ciro Immobile.

La meta emergente per le vacanze è l’isola di Gozo. Tra le ricette dominano le chiacchiere, tra i ‘come fare’ il barbecue e le ciambelle.

FONTE: ANSA.IT – GOOGLE

More