Informatica per tutti Blog

Information Technology Blog

Smartphone: sicurezza

Smartphone: sicurezza

Nel 2013 ben 5 milioni di italiani hanno messo le mani sul proprio primo smartphone: 37 milioni ne hanno uno, adesso, contro i 32 milioni del 2012, secondo gli Osservatori Ict del Politecnico di Milano. Molti di questi 5 milioni il primo smartphone se lo sono trovati sotto l’albero di Natale e quindi per loro è un’esperienza nuova con cui fare i conti. Tante inedite opportunità ma anche parecchie possibili grane da schivare. Si va da super costi in bolletta, a rischi per i nostri dati personali: questi pericoli sono l’altra faccia della versatilità degli smartphone, con cui è facile navigare, scattare foto.

La sicurezza
Uno smartphone ha molte più cose, di noi, rispetto a un normale cellulare. Consideriamolo l’estensione della nostra identità, sempre in tasca. La nostra rubrica, le foto, ma anche l’accesso diretto ai social network installati sul cellulare, alla nostra posta… Per fortuna tutti i modelli hanno, nelle opzioni per la sicurezza, la possibilità di attivare lo sblocco dello schermo tramite pin (mi raccomando, non mettiamo 1,2,3,4 o quattro cifre uguali) o altro metodo (come una particolare sequenza di segni da “strisciare” sul touch). Su iPhone e Windows Phone è integrato inoltre un servizio di “trova il mio telefono”, utile in caso di furto o smarrimento. Attiviamolo. Su Android ci sono parecchie app disponibili (tra cui appunto Trova il mio Telefono). Appunto su Android, è bene installare un antivirus. Tra quelli gratuiti, ci sono Avast! e 360 Mobile Security. Sicurezza significa anche proteggere bene i nostri dati personali. Possiamo farlo con facilità attivando il back up su cloud, nel menu del cellulare: iCloud su iPhone, Google su Android e Skydrive su Windows Phone (come i Nokia Lumia).

Facciamolo per contatti e foto, almeno.

Tutti gli smartphone, infine, dovrebbero avere una custodia, soprattutto quelli più cari. Può sembrare scontato, ma molti utenti smartphone ignorano questa precauzione elementare, un po’ perché si innamorano del design e un po’ perché si fidano troppo delle campane del marketing sulla robustezza degli schermi. Sì, la tecnologia Gorilla Glass è robusta, ma non indistruttibile. Le cadute ammaccano i bordi, le monetine in tasca graffiano lo schermo.

FONTE: IL SOLE 24 ORE