Informatica per tutti Blog

Information Technology Blog

Organizzazione dei dati in un Database Relazionale

Il modello relazionale prevede l’organizzazione dei dati in tabelle (a due dimensioni, dette anche relazioni, entità, oggetti, classi) dove le righe rappresentano i record e le colonne i campi (contenenti i dati). Una tabella (o entità) corrisponde ad un archivio (avremo così entità Studenti, entità Clienti, entità Fornitori, ecc.).

In una entità e’ irrilevante sia l’ordine delle righe sia l’ordine delle colonne. In un’entità ogni riga (ricorrenza o occorrenza) deve differire dalle altre almeno per un attributo (colonna), cioè in un’entità non possono apparire righe identiche.

L’accesso ad una entità (o il trattamento dei dati di un’entità) può essere effettuato tramite l’uso di una:

  • chiave primaria, campo che identifica in modo univoco il record nell’entità. Per esempio in un’entità Studenti la chiave primaria potrebbe essere la matricola dello studente, in un’entità Clienti il codice cliente, ecc.;
  • chiave esterna, campo che è chiave primaria in un’altra entità;
  • chiave composta, costituita da campi che sono chiavi primarie in altre entità.